Paola-Cambielli-PaolaFly.jpg

Mi chiamo Paola Cambielli e sono un'appassionata di contenuti.

Se ti stai chiedendo "Ma come mai PaolaFly?", te lo spiego subito. Fly è il soprannome che mi è rimasto addosso dagli anni in cui praticavo danza hip hop. Deriva da Fly Girl, ovvero le controparti femminili dei B-boy. Con il tempo, si è trasformato anche nel desiderio di conoscere, "volando" oltre l'apparenza delle cose.

Gli anni di studio "matto e disperatissimo"

La curiosità per il mondo che mi circonda si sviluppa fin dai banchi di scuola, con lo studio delle lingue straniere.

Il fatto di potermi interfacciare con una cultura diversa dalla mia mi affascinava. E pensare che sono nata in un piccolo paese della campagna lodigiana.

Così, dopo il liceo linguistico, mi sono laureata in Lingue e Culture Moderne e il mio obiettivo era continuare a perfezionare la conoscenza di inglese, francese e spagnolo

Paese che vai, usanza che trovi

​Ma non solo. Avevo anche la necessità di arricchirmi come persona. Una volta finita la mia prima esperienza lavorativa ho fatto le valigie e sono partita da sola.

Destinazione: Francia - prima - e Spagna - poi.

In quei due anni sono decisamente maturata. I contesti multiculturali che mi hanno accolta hanno fatto sicuramente la loro parte.

Esperienze all'estero in contesti multiculturali

Ho sviluppato ancora di più la mia apertura mentale, la capacità di comunicazione e di collaborazione con un team.

Sono in questi anni che l'interesse per la scrittura ha iniziato a farsi strada.

In particolare, mentre lavoravo per l'e-commerce di Pepe Jeans a Barcellona. Ero l'unica persona del team di lingua italiana, perciò ogni controllo linguistico e testuale dei contenuti era mio.

Il rientro e il Digital Marketing

Anche mentre ero all'estero, ho sempre creduto nelle potenzialità del nostro Paese, soprattutto dal punto di vista culturale ed enogastronomico.

Quando mi si è prospettata la possibilità di lavorare per EXPO Milano 2015, i cui protagonisti erano il cibo e l'alimentazione, ho colto la palla al balzo. 

Image by Will Francis

L'interesse per la scrittura, però, non mi abbandonava.

Rendendomi sempre più conto che il digitale avrebbe potuto offrire interessanti opportunità, ho deciso di intraprendere una nuova sfida e seguire corsi di specializzazione in Digital e Social Media Marketing.

La scintilla era scoccata.

Già vedevo il mio futuro: comunicare e raccontare le mie idee attraverso l'online, curando contenuti testuali e immagini. 

Dalla comunicazione verbale a quella scritta

Quello è stato il momento dell'unione tra la tecnologia con il background umanistico

Sono stata Marketing Assistant per un'azienda che fornisce servizi di catering e food & beverage, in Italia e all'estero e Content Editor per un'e-commerce di viaggi di lusso.

Nel tempo libero, ho iniziato a collaborare scrivendo articoli per magazine online, dove posso dare sfogo alla mia creatività e migliorare la mia scrittura anche in ottica SEO.

L'argomento su cui mi sto concentrando maggiormente è il food marketing.

E ora? Gli esami non finiscono mai

Il saggista Alvin Toffler sostiene che:

"L'analfabeta del ventunesimo secolo non sarà colui che non è in grado di leggere e scrivere ma colui che non è in grado di imparare, disimparare e imparare di nuovo".

Per approfondire il mio interesse verso la valorizzazione delle eccellenze del Made in Italy ho riaperto i libri, frequentando il master in Marketing e Strumenti Digitali per il food

Image by Ivan Torres

Ma la mia esperienza come Content Editor e la conoscenza delle lingue mi hanno aiutata a raggiungere un altro mio obiettivo: lavorare per un'agenzia di comunicazione. Sono diventata Content Specialist per I MILLE, dove ho prodotto contenuti testuali per i siti web di Cannamela, Polenta Valsugana e del Gruppo A2A ma anche per le piattaforme social di Enel Italia, Enel Startup, Enel Green Power e A2A.

Nel tempo libero, invece, mi occupo dei profili Instagram e Facebook del webzine Cult.

Quali competenze ho sviluppato in questi anni?

Lavoro di squadra ed empatia

In tutte le esperienze che ho svolto, il ruolo del team è stato fondamentale per la mia crescita. Ho fatto la mia parte portando gentilezza e capacità di ascolto.

SEO Copywriting

Ogni volta che mi approccio a un articolo da scrivere, la prima cosa a cui penso è: "Perché una persona dovrebbe leggermi? Che bisogno posso soddisfare?".

Capacità di comunicazione

Farsi capire in modo semplice e chiaro dall'interlocutore che ti sta di fronte o che ti legge è la prima regola da rispettare.

CMS WordPress

Uno degli strumenti che utilizzo per allenare la SEO è WordPress. Dal 2020 è il mio fedele compagno di avventura.

Capacità di adattamento

Quando incontro una novità sul mio cammino mi incuriosisco. I cambiamenti non mi hanno mai spaventata ma - al contrario - motivata.

Creatività

Sfide, progetti, idee... trovo un grande stimolo in tutto ciò che permette di mettersi in gioco. 

Google Trends / Answer The Public

Le parole chiave svolgono un ruolo imprescindibile per la comunicazione online. Tra gli strumenti che Google mette a disposizione non posso fare a meno di Google Trends o Answer The Public.

Canva e Lightroom

Adoro fotografare e creare immagini ma non sono una grafica. Quindi, mi affido all'estrema efficienza di Canva e, per la post-produzione delle mie foto, di Lightroom - fratello minore di Photoshop.

Facebook Business Manager

Dovendo occuparmi della gestione di pagine Facebook e Instagram aziendali e della pubblicazione dei post, Facebook Business Manager è un tool indispensabile.